Convegno

Scarica la nota con le nuove tabelle

Nuove Tabelle per i contributo dovuti
alla SIAE per le iniziative scolastiche

L’Ufficio III del MIUR ha emanato una nota per trasmettere alle scuole le nuove tabelle relative ai compensi SIAE dovuti per le iniziative scolastiche che prevedono l’utilizzo di repertorio amministrato dall’associazione medesima.
Si tratta di una nota da tenere ben presente. Consiglio quindi a tutti di scaricarsela e conservarla, in quanto in caso di manifestazioni scolastiche in ambiti esterni alla scuola le tariffe risultano di particolare interesse e convenienza.
In pratica è possibile utilizzare repertorio coperto da diritto d’autore in ambienti fino a 5.000 posti con un contributo SIAE lordo di poco più di 60 euro e 75 per ambienti aperti (oltre i 5.000 posti).
Naturalmente è necessario assicurarsi che l’organizzazione dell’evento rispetti le caratteristiche che consentono di considerare la manifestazione di “carattere scolastico”.
Per poter usufruire delle tariffe agevolate previste dall’intesa è infatti indispensabile che vengano rispettati essenzialmente due vincoli precisi.
Il primo e abbastanza ovvio elemento, è la gratuità. Non deve pertanto essere previsto, in alcuna forma, un contributo per l’ingresso, in quanto, in caso contrario è necessario utilizzare la norma comune per l’organizzazione di spettacoli musicali o teatrali.
Il secondo è che, trattandosi di iniziativa scolastica, deve essere rivolto all’ambito delle persone coinvolte nell’attività scolastica (alunni, famiglie, personale scolastico ed autorità invitate all’evento).
Non rientrano pertanto in questa tipologia le iniziative aperte al pubblico. Ci permettiamo pertanto di sconsigliare la scritta in fondo alle locandine “INGRESSO LIBERO” .
Resta inteso che nulla è dovuto per l’utilizzo di musiche di repertorio non coperte da diritto d’autore, per le quali è necessario munirsi comunque dell’apposito permesso SIAE, presentando all’atto delle richiesta del permesso il Programma delle esecuzione da cui sia possibile evincere con chiarezza che tutte le musiche e gli autori sono di pubblico dominio.
Resta anche escluso da ogni contributo l’utilizzo di musiche coperte da diritto d’autore per attività di carattere didattico nelle quali possono rie
ntrare i saggi scolastici all’interno dell’istituto.

Scarica il bando